Search

La Fondazione Petruzzelli presenta: Arcadi Volodos in concerto

Domenica primo marzo alle 19.00 è in cartellone il recital del pianista di fama mondiale Arcadi Volodos.

In programma: Sonetto 123 del Petrarca, dalla raccolta “Années de pèlerinage. Deuxiéme Arinné, Italie”. S. 161, Die Travergondel (La lugubre gondola), S. 200/2, San Francesco d’Assisi. La predica agli uccelli, (leggenda n. 1, S. 175/1) e Ballata n. 2, in si minore, S. 171 di Franz Liszt e Marsch, in re minore e Abendmusik, in si bemolle maggiore dalla raccolta “Bunte Blätter”, op 99 e Humoreske, in Si bemolle maggiore, op. 20 di Robert Schumann.

Nato a San Pietroburgo, Volodos ha cominciato gli studi musicali con il canto e la direzione orchestrale. Dal 1987 ha intrapreso gli studi di pianoforte al Conservatorio di San Pietroburgo, perfezionandosi in seguito con Galina Egiazarova al Conservatorio di Mosca e successivamente a Parigi e Madrid. Sin dal debutto avvenuto a New York nel 1996, ha collaborato con le grandi orchestre, tra cui Berliner Philharmoniker, Israel Philharmonic, Philharmonia, New York Philharmonic, Munich Philharmonic, Royal Concertgebouw, Staatskapelle Dresden, Orchestre de Paris, Leipzig Gewandhausorchester, Zurich Tonhalle Orchestra, Boston e Chicago Symphony. Numerose le collaborazioni con i più importanti direttori tra cui Chung, Maazel, Gergiev, Levine, Mehta, Ozawa, Saraste, Järvi, Eschenbach, Bychkov e Chailly. I recital sono sempre stati al centro della sua vita artistica. Il suo repertorio include i grandi classici della tradizione pianistica tra cui Schubert, Schumann, Brahms, Beethoven, Liszt, Rachmaninov, Skrjabin, Prokof’ev e Ravel, assieme ad opere meno conosciute di Mompou, Lecuona e de Falla. Si esibisce regolarmente nelle più prestigiose sale da concerto europee, come la Konzerthaus di Vienna, Concertgebouw di Amsterdam, Barbican Centre di Londra, Théâtre des Champs Elysées di Parigi, Elbphilharmonie di Amburgo, Herkulessaal di Monaco, Tonhalle di Zurigo, Santa Cecilia a Roma, Philharmonie di Colonia, Bozar di Bruxelles, Opera House di Oslo ed altre, al fianco di orchestre come Tonhalle Orchestra di Zurigo, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, Teatro alla Scala di Milano, all’Orquesta National de España e Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo. Nel ‘99 il suo debutto alla Carnegie Hall di New York è divenuto un disco pubblicato da Sony Classical, premiato inoltre con il Gramophone Award. Da allora Volodos ha inciso numerosi album accolti calorosamente dalla critica internazionale. Tra questi spiccano Volodos – Schubert, solo piano works, il Concerto n. 3 di Rachmaninov con i Berliner Philharmoniker diretti da Levine, il Concerto n. 1 di Čajkovskij diretto da Ozawa, Volodos Plays Listz vincitore di numerosi premi discografici. Nel 2010 viene pubblicato il CD/DVD Volodos in Vienna, mentre nel 2013 il nuovo grande successo Volodos Plays Mompou, lavoro dedicato al compositore spagnolo Frederic Mompou, vincitore del Gramophone Award e dell’Echo Preis. Nel 2017 Sony Classical ha pubblicato Volodos Plays Brahms che include gli opus 76, 117 e 118. Considerato subito un punto di riferimento nel panorama musicale, l’album viene premiato dapprima con l’Edison Classical Award e il Diapason d’Or e poi con il Gramophone Award 2018 come miglior incisione strumentale dell’anno.

Biglietti in vendita al botteghino del Teatro Petruzzelli e on line su www.vivaticket.it
Informazioni: 080.975.28.10.

13 February 2020